Connect with us

inline hockey

Finalmente al via i campionati di Lega Nazionale nell’inline, ottimo inizio delle ticinesi

 

Finalmente, dopo oltre 8 mesi di pausa obbligata, sono ricominciati i campionati delle squadre attive. Visto il ritardo accumulato, la stagione si disputa su un solo turno, vale a dire 9 partite, a cui si aggiungono le varie serie di play-off e play-out. Scalpitanti e in febbricitante ma asintomatica attesa, le nostre compagini ticinesi impegnate in LNA e LNB hanno cominciato al meglio la propria stagione.

Il Malcantone, che l’anno scorso è stato costretto ai box sul più bello, cioè appena qualche giorno dopo la sua storica qualifica per le semifinali di play-off di LNA, ha approfittato della lunga pausa per concedersi degli ottimi “acquisti”, tra i quali Alessandro Spinetti dal Novaggio, Jan Von Ritter dal Cadro, la giovane promessa Ryan Koch dal Sayaluca, il portiere Demian Burri dagli elite del Lugano di ghiaccio e lo “straniero” Michael Aprile dal Varese. Questi nuovi arrivi contribuiscono a una rosa eterogenea con un buon equilibrio tra giovani e “vecchi”. “Vogliamo ripetere l’exploit dell’anno scorso e andare ancora più lontano” questo l’obiettivo del coach Kevin Schuler, che sabato scorso contro il Givisiez ha fatto capire le sue intenzioni. Decisi, veloci, audaci, i malcantonesi hanno dominato tutti i reparti di gioco, andando al primo riposo in vantaggio per 6 a 3. Diverse penalità hanno bloccato gli ingranaggi del Malcantone che è riuscito comunque a limitare i danni nel secondo tempo. Nell’ultimo periodo, gli uomini di Schuler hanno ricominciato a spingere sull’acceleratore. Dopo la terza rete personale di Jan Von Ritter sinonimo di 9 a 5, al 56esimo il Malcantone si è concesso un minuto di pura follia, nel quale ha incassato tre reti, facendo seriamente preoccupare tutto il pubblico presente. Per fortuna, a meno di 2 minuti dal termine è arrivata la rete della sicurezza in superiorità numerica ad opera di Alessandro Spinetti, che ha inchiodato il punteggio sul 10 a 8 finale. Subito protagonisti i nuovi arrivi e un Kevin Schuler che, soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi, lancia con umiltà una sfida a 360°: “Non abbiamo paura di nessuno, ma abbiamo rispetto di tutti”.

Anche il Sayaluca, a cui i giocatori certamente non mancano, si è mosso sul mercato. “Con l’arrivo di Stefano Brazzola in porta e Fabiano Santoro in difesa ho completato la rosa perfetta” fiducioso il coach Gracco Barberis, che convinto adduce: “l’unico obiettivo possibile è la vittoria in campionato e la conquista della coppa Svizzera”.  

Sabato sulla pista dell’Ajoie, il Sayaluca ha pagato le molte penalità e interruzioni di gioco, che hanno spezzato il ritmo dei favoritissimi ticinesi. Ne è uscita una partita difficile, dominata dalle emozioni, ma anche dalle difese e in particolare dai portieri, sempre sul pezzo e sovente chiamati in causa. Alla rete del 3 a 2 di Kevin Wegmüller è seguito il 4 a 2 di Fabiano Santoro a 8 minuti dal termine. Purtroppo, qualche indecisione difensiva ha permesso ai padroni di casa di agguantare il pareggio al 57esimo. L’equilibrio perfetto è continuato anche nei supplementari e così, a togliere le castagne dal fuoco, ci ha pensato il capitano del Sayaluca Marcel Müller, unico rigorista della serata a trasformare il proprio rigore e regalare così la vittoria al suo Sayaluca. 

Ma se parliamo di rosa, impossibile non citare quella del Novaggio Twins, che ridotta ai minimi termini si è presentata sulla pista dell’Oensingen per la prima partita di campionato di LNB. 

La squadra di Sacha Mafferetti ha perfettamente gestito l’incontro portandosi sul 6 a 0 al 35esimo. 

Complice anche la stanchezza capitan Baggiolini e compagni hanno allentato la presa sull’Oensingen, che ne ha approfittato per realizzare 3 reti, ma niente più. Infatti, nel periodo conclusivo, la quarta rete personale di Alberto Rodigari e la doppietta di Manuel Ceresa hanno fissato il punteggio sul 3 a 9 finale in favore dei Twins. Una vittoria meritata, conquistata con testa e un pomeriggio tranquillo per l’estremo difensore Damien Giubbini. 

Programma, risultati e classifiche su www.fsih.ch 

Simon Majek 

 

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: