Connect with us

Ciclismo

Thomas De Gendt vince la tappa di Napoli

Thomas De Gendt torna al successo a 10 anni di distanza dall’ultimo acuto al Giro d’Italia. Il belga della Lotto-Soudal regola sul traguardo di Napoli Davide Gabburo e lo spagnolo Jorge Arcas, grandi delusi Mathieu Van der Poel e Biniam Girmay che facevano parte della nutrita fuga di giornata.

Van der Poel non nasconde le proprie ambizioni e gioca a carte scoperte sin dall’avvio. Grazie alle fucilate del neerlandese va via un drappello di 21 uomini composto tra gli altri da Biniam Girmay, Mario Schmid, Diego Ulissi e Wout Poels.

Il gruppo tirato dalla Trek-Segafredo lascia spazio alla fuga, amministrando lo svantaggio nell’ordine dei 4 minuti massimi. Sull’ultima ascesa del Monte di Procida salta l’accordo tra i battistrada ed un plotoncino di cinque corridori (rimasti poi in quattro) prende il largo mentre “VdP” e Girmay rimangono attardati.

Nel finale cala il ritmo nella carovana, tanto che il francese della Cofidis Guillaume Martin sfiora per qualche chilometro la maglia rosa virtuale. La testa della corsa formata da Thomas De Gendt, Harm Vanhoucke (Lotto Soudal), Jorge Arcas (Movistar) e Davide Gabburo (Bardiani Csf Faizanè) riesce a proseguire nella sua azione tenendo a debita distanza gli inseguitori.

Ai meno 4 km dall’arrivo Van der Poel e Girmay ingranano le marce alte riportandosi quasi sulle code dei battistrada, ma ormai è tardi. Nella volata a ranghi ristretti Vanhoucke lancia divinamente il compagno di team Thomas De Gent che può alzare le braccia al cielo attorniato dal pubblico partenopeo.

Domani andrà in scena la durissima tappa con arrivo sul Blockhaus: in programma ben due GPM di prima categoria nei 65 chilometri conclusivi, finalmente toccherà ai capitani prendere in mano le redini della corsa.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: