Connect with us

Basket

Massagno beffato a Friborgo

La Spinelli si presenta a Friborgo con il recupero di Dusan Mladjan che contrariamente a quanto preannunciato ha recuperato dall’infortunio e malgrado poca competizione entra in partita con grande esperienza e ad inizio partita impone le sue abilità balistiche con una serie di triple. Il primo tempo finisce sul 20-17 con partita in equilibrio e anche i seguenti 10 minuti vedono le due squadre battersi con grande agonismo e colpi a tutto raggio soprattutto nell’area pitturata. La Spinelli conscia della rudezza avversaria gioca la sua partita e grazie in particolare alla verve di Dusan al tiro rimane in partita e chiude al 20° sul meno 1; 42-41. Nella pausa tempo per recuperare le energie e a coach Gubitosa per apportare alcune modifiche all’assetto squadra.

Nel terzo tempo si alza ulteriormente il livello di intensità difensiva dei padroni di casa e la SAM ha più difficoltà a trovare la via del canestro soprattutto nella seconda parte del tempo dove per almeno 3 minuti non riesce a concretizzare in attacco. Il tempo si chiude sul 56-51 con difese più efficaci dell’attacco per ambedue le squadre.

Si entra negli ultimi 1o minuti e Massagno fatica ancora in attacco contro la pressione e l’aggressività totale dell’avversario sia vicino che lontano dalla palla. Al 35° siamo sul 66-57 e per i presenti la partita sembra archiviata … ma Taylor e poi Kovac trovano due triple che rimettono in carreggiata la Spinelli (67-63). Risponde la capolista con una tripla dopo che Marko Mladjan si prende un tecnico per l’ennesima sfida sotto canestro tra spinte e colpi che questa volta punisce il nostro numero 33. Si entra nell’ultimo minuto con Nikolic che accorcia ulteriormente a meno 5 (70-65), in seguito dopo un buon recupero la palla arriva a Dusan Mladjan che malgrado la pressione del difensore piazza un’ulteriore tripla e ci ritroviamo sul 70-68 a 34 secondi dal termine. Massagno manda in lunetta il play avversario che sbaglia ambedue i liberi ma non riusciamo a catturare il rimbalzo e siamo obbligati a rifare fallo per fermare il cronometro. Questa volta i liberi vanno a segno e con 4 punti di scarto diventa complicatissimo cercare l’aggancio. Nikolic va in lunetta segna il primo mentre il secondo viene sanzionato dall’arbitro per invasione. Si chiude sul 72-69.

Massagno c’è e continuerà ad esserci fino alla fine perché anche questa partita ha confermato che la differenza con la capolista è minima e quando perdi di pochi punti puoi recriminare per una serie di difetti, di errori che dovranno essere analizzati, riprovati in allenamento affinché siano ulteriormente ridotti.

Il tabellino della partita è disponibile qui come pure gli highlights di una partita ancora una volta molto intensa.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: