Connect with us

Altri Sport

Freestyle, ai Mondiali junior è argento per Buzzi!

La nazionale elvetica di Moguls festeggia l’argento ai Mondiali junior di Enea Buzzi, che sale così per la prima volta sul podio di una competizione internazionale. Ottime prestazioni anche da parte di Paolo Pascarella (8°) e Martino Conedera (11°). Domenica e lunedì le ultime due prove in parallelo.

Enea Buzzi si è messo al collo la medaglia d’argento ai Mondiali junior a Chiesa in Valmalenco e si è laureato così vicecampione del mondo junior di Moguls (sci freestyle). Un risultato eccezionale e al contempo sorprendente, ciliegina sulla torta di un inverno durante il quale il classe 2004 – 12° nella classifica generale di Coppa Europa – ha sempre espresso un ottimo livello di sci e ha dimostrato grande costanza di rendimento. Il ticinese è stato abilissimo su una pista molto impegnativa, data una pendenza di 29°, che già due settimane fa, nella tappa di Coppa del Mondo, aveva messo a dura prova i migliori interpreti della disciplina. Quello conquistato oggi sulle nevi italiane è il suo primo podio ad alti livelli (in Coppa Europa il miglior piazzamento è il 5° posto). La gara di Buzzi è stata tutta un crescendo: qualificatosi come 7° dopo una discesa condita da qualche errore di troppo (64.97 punti), nella finale 1 ha cambiato marcia e si è preso il 2° posto (72.98 punti), posizione poi confermata nella finalissima a 6 – dove ha segnato il miglior tempo, secondo in assoluto di giornata – grazie ad un punteggio di 73.82, a soli 0.17 punti dal vincitore, lo statunitense Cole McDonald. Lo svedese Filip Gravenfors ha chiuso invece il podio (72.37 punti). A rendere ancor più speciale la giornata della nazionale rossocrociata le prestazioni infine degli altri due ticinesi in gara: Paolo Pascarella e Martino Conedera hanno infatti concluso rispettivamente all’8° (61.90 punti) e all’11° rango (53.02 punti); entrambi hanno guadagnato ben 5 posizioni rispetto al risultato di qualifica. Assieme a Stati Uniti e Svezia, la Svizzera è stata la nazione con il maggior numero di rappresentanti nella finale maschile (3). In campo femminile il podio era così composto: 1° Elizabeth Lemley (Stati Uniti), 2° Anastassiya Gorodko (Kazakistan) e 3° Alli Macuga (Stati Uniti).

Il programma proseguirà domenica 27 con il Dual Moguls Mixed Team Event e lunedì 28 marzo con il Dual Moguls, prove nelle quali la squadra guidata da Giacomo Matiz e da Juan Domeniconi spera di togliersi ancora qualche soddisfazione.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: