Connect with us

SCI ALPINO

Delusione rossocrociata in super G: l’oro va a Mayer

Quattro anni dopo Matthias Mayer si mette nuovamente al collo la medaglia d’oro nel superG olimpico. Altra straordinaria impresa del campione austriaco, che bissa il successo di Pyeongchang, vincendo anche alle Olimpiadi di Pechino 2022 e conquistando quello che è il suo terzo oro ai Giochi (c’è anche la vittoria in discesa a Sochi 2014). Mayer è il secondo atleta di sempre a vincere per due edizioni consecutive il superG, impresa riuscita in passato solamente ad una leggenda come Kjetil Andre Aamodt, che vinse tre volte nel 1992, 2002 e 2006. Ancora una volta i centesimi premiano in carriera Matthias Mayer, visto che sono solo quattro quelli che dividono l’austriaco dall’americano Ryan Cochran-Siegle, che festeggia una splendida medaglia d’argento. Sia Mayer sia Cochran-Siegle sono stati eccezionali nella parte bassa, portandosi dietro tantissima velocità, sfruttando al meglio le loro ottime capacità nella scorrevolezza. Arriva anche la prima medaglia della carriera alle Olimpiadi per Aleksander Aamodt Kilde. Il norvegese si mette al collo il bronzo, chiudendo al terzo posto a 42 centesimi dalla vetta della classifica. Alle sue spalle il connazionale Adrian Smiseth Sejersted (+0.74), che ha preceduto l’austriaco Vincent Kriechmayr (+0.76), uno dei delusi di questi Giochi di Pechino. Sesto posto per il sempre più convincente canadese James Crawford (+0.85) davanti ai tedeschi Romed Baumann (+1.16) ed Andreas Sander (+1.27). Completano la Top-10 il francese Blaise Giezendanner (+1.32) ed il canadese Trevor Philp (+1.40). Giornata a dir poco storta per la truppa elvetica. Basti pensare che il miglior rossocrociato è Stefan Rogentin, con oltre un secondo e mezzo dalla testa e in 14esima posizione. Tante aspettative però erano riposte su Marco Odermatt e Beat Feuz, entrambi non sono riusciti a portare a termine la loro gara.

Foto – Wikipedia.org

 

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: