Connect with us

Calcio

Admir Mehmedi si ritira dalla Nazionale

 

Admir Mehmedi ha deciso, dopo 76 partite internazionali, 4188 minuti giocati e un solo cartellino giallo, di ritirarsi dalla Nazionale svizzera maschile. Il trentenne giocatore offensivo ha partecipato con la selezione dell’ASF a tre grandi tornei, ovvero al Mondiale FIFA 2014 e all’UEFA EURO 2016 e 2020.

Mehmedi è una delle figure più carismatiche della «Nati». L’opinione del padre poliglotta veniva presa in considerazione. In futuro si concentrerà sul suo club VfL Wolfsburg, dove ha un contratto valido fino al 2022, e sulla sua famiglia. «Questa decisione è maturata dopo una lunga riflessione. Il mio desiderio è sempre stato quello di poter scegliere io stesso il momento dell’addio. Nell’ultimo periodo sono stato fermato dagli infortuni», così Mehmedi motiva la sua scelta.

«Preso atto di tutta questa situazione sono giunto alla conclusione che questo sia il momento giusto per terminare la mia carriera in Nazionale. L’EURO ha rappresentato un capitolo finale degno e magnifico. Sono fiero e riconoscente di aver potuto trascorrere così tanti anni in Nazionale, vivendo ultimamente anche le emozioni di questo grande torneo.»

L’allenatore della Nazionale Vladimir Petkovic si rammarica per la decisione di Mehmedi: «Admir mi ha comunicato la sua decisione in un colloquio personale. Capisco i suoi motivi. Con il suo gioco, la sua personalità e la sua grande professionalità ha contribuito allo sviluppo e ai successi della nostra Nazionale. Perciò merita un grande ringraziamento e rispetto.»

Mehmedi ha lasciato il segno nella Nazionale svizzera. Ha fatto il suo debutto contro una grande del calcio mondiale, ovvero, come l’attuale capitano Granit Xhaka, nel 2-2 contro l’Inghilterra a Wembley il 4 giugno 2011. Ha giocato anche la sua ultima partita internazionale contro un avversario di primo livello. Nella vittoria ai calci di rigore agli ottavi di finale dell’UEFA EURO 2020 contro la Francia, Mehmedi è subentrato all’87esimo realizzando il quinto rigore della Svizzera. Ha collezionato due presenze nell’Europeo conclusosi domenica scorsa.

Anche nelle fasi finali precedenti Mehmedi si è iscritto sul tabellino dei marcatori in partite importanti. Nella Coppa del Mondo 2014 in Brasile ha realizzato di testa, come “joker”, il pareggio del momentaneo 1-1 nella vittoria contro l’Ecuador (2-1), prima partita del girone, giocando poi tutte le partite della Svizzera. Grazie alla sua rete dell’1-1 nella fase a gironi dell’UEFA EURO 2016 in Francia contro la Romania (1-1) è diventato il primo giocatore svizzero ad aver segnato sia ad un Mondiale che ad un Europeo.

Oltre alle 76 partite internazionali per la Nazionale A, Mehmedi ha disputato anche una fase finale degli Europei Under 17 e Under 19. Nell’estate 2011 ha fatto anche parte, come titolare, dell’Under 21 di Pierluigi Tami, che in Danimarca è arrivata in finale. La sua rete da fuori area nei supplementari della semifinale contro la Repubblica Ceca aveva regalato alla squadra svizzera la qualificazione per la finale, garantendo inoltre la partecipazione ai Giochi Olimpici dopo più di 84 anni. Nel 2012 al torneo olimpico di Londra, ha segnato la rete del vantaggio svizzero nella prima partita contro il Gabon.

(ASF/ foto: Admir Mehmedi – ©Wikipedia.org)

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: