Connect with us

Calcio

Federica De Vivo: “Il ricordo più bello? La vittoria del campionato con il Balerna”

Qualcuno nel mondo pensa ancora che il Calcio sia roba solo per uomini duri, tralasciando invece la netta crescita del movimento femminile. Quest’oggi, grazie alla collaborazione di allascopertadelcalciofemminile.ch, abbiamo avuto il piacere di intervistare Federica De Vivo del Balerna.

Presentati e raccontaci com’è nato il tuo rapporto con il calcio

Ciao sono Federica De Vivo e gioco nel Balerna Femminile.Ho iniziato a giocare all’età di 6 anni con mio fratello nel cortile di casa. In quegli anni non c’erano squadre femminili, così i miei genitori mi portarono a giocare in una scuola calcio maschile a Varese, la città in cui abito. Dopo non molto tempo però decisi di smettere perché non mi sentivo a mio agio, sopratutto perché ero vista e trattata in modo diverso essendo l’unica bambina. Così, negli anni successivi, provai altri sport ma alla fine,visto che il calcio era la mia passione, all’età di 12 anni iniziai a giocare in una squadra di calcio a 7 interamente femminile. Dopo un anno ebbi l’opportunità di giocare per una squadra situata a Meda (Monza e Brianza) chiamata Real Meda e dopo 5 anni, nel 2013, cambiai squadra per giocare a Balerna, la mia attuale squadra.

Quali sono le principali differenze tra calcio italiano e calcio ticinese?

Per quello che ho vissuto ricordo che in Italia c’era molta competizione. A Balerna è tutto più tranquillo e per me è come essere in famiglia. A livello di gioco la differenza principale a mio parere è che in Italia il gioco è molto più tecnico e tattico, mentre in Svizzera più fisico, questo poi ovviamente varia dalla categoria in cui si gioca.

Che ricordi ti ha lasciato il REAL MEDA?

Quando arrivai al Real Meda la squadra era appena salita dalla serie C alla serie B e durante quegli anni ci fu la promozione in A2. C’era molta serietà e questo mi rendeva molto felice, si notava molto come la società avesse degli obiettivi chiari e questo per me fu molto importante perché grazie a loro ho imparato che bisogna lavorare molto se si vuole raggiungere un determinato traguardo. Oggi posso solo ringraziare questa società perché mi ha fatta crescere molto.

Cosa significa il calcio per te?

Per me è una grande passione e non sono disposta a rinunciarci.Ho scelto Balerna perché il livello è alto, infatti nella mia squadra ci sono molte ragazze che provengono da leghe superiori e perché allo stesso tempo ho la possibilità di continuare a studiare.Purtroppo, a livello femminile è difficile fare del calcio il proprio lavoro e quindi è necessario far conciliare le due cose.

In Italia si è evoluta molta la serie A. Che squadra segui?

Negli ultimi anni il movimento è cresciuto molto, Juventus e Fiorentina sono state le prime due squadre ad investire molto e in quest’ultimo anno anche il Milan ha migliorato molto la rosa aggiungendo giocatrici di qualità. Non ho una squadra preferita, seguo molto la Juventus e il Milan, che sono anche le due squadre che stanno lottando per il titolo in questo momento.

I tuoi genitori ti hanno sempre appoggiata?

Si, non si sono mai opposti. Quando iniziai a giocare a Meda facevano un’ora e mezza di macchina per portarmi ad allenarmi e altrettante per tornare a casa, non penso che tutti sarebbero disposti a farlo. Rimanevano in macchina ad aspettarmi, anche d’inverno muniti di coperte. Per la mia felicità hanno fatto tantissimi sacrifici e io non posso far altro che ringraziarli.

Raccontaci il tuo ricordo più bello

Quando arrivai a Balerna l’obiettivo era quello di vincere il campionato di Seconda Lega e quell’anno le mie compagne non riuscirono a vincerlo per poco. Penso che il mio ricordo più bello sia sicuramente quando abbiamo vinto il campionato, era un obbiettivo che la squadra continuava a rincorrere e una volta raggiunto è stata una grande emozione, soddisfazione e anche una grande festa.

Descrivici questo Balerna con 3 parole

UNA GRANDE FAMIGLIA. Mi ha dato e mi da ancora tanto a livello calcistico, ma soprattutto umanamente fuori dal campo.

Click to comment

Rispondi

Powered by Live Score & Live Score App
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: