Connect with us

Calcio

JACOBACCI: “PRIMO TEMPO DIFFICILE POI MEGLIO”

Un tempo per parte e un legno su ambedue i fronti. Il pareggio di Cornaredo tra Lugano e Losanna per una volta mette tutti d’accordo. Maurizio Jacobacci (TiPress) a fine partita ammette che ” nel primo tempo abbiamo creato poco e il Losanna era più in palla e in partita. Eravamo troppo lontani dagli avversari per poterli contrastare con efficacia e loro si sono creati due palle-gol. Alla pausa eravamo contenti di essere ancora sullo zero a zero. Abbiamo cambiato alcune cose e nella ripresa siamo stati più aggressivi e loro non hanno potuto più giocare. Ci sono state poche situazioni sotto porta a parte nel finale quando su calcio d’angolo Custodio ha perso il suo uomo e loro hanno colpito in pieno la traversa. Qualche minuto dopo Ardaiz ha preso il palo e poi Custodio ha tirato bene da venti metri ma il portiere losannese è stato bravo a deviare in angolo. Il pareggio ci può stare, dobbiamo accontentarci perché il Losanna ha confermato di essere una squadra di qualità. E’ affiorata anche un po’ di stanchezza da parte di questo o quel giocatore, ben venga la pausa da Natale sino al 4 gennaio. Abbiamo finora disputato un bel campionato e dobbiamo recuperare le partite contro Sion e YB. Si tratta di bonus e cercheremo di  raccogliere il massimo dei punti possibili che potrebbero darci anche il secondo posto in classifica, ma evidentemente i punti vanno prima fatti.”

-Lei ieri ha chiesto ai giocatori una prova di carattere, la si è vista solo in parte e con tanta imprecisione. E’ questo che vi ha impedito di essere brillanti come nel secondo tempo a Berna?

“Credo che non sia stata una questione di carattere. Se non l’avessimo messo in campo questa partita l’avremmo persa. Nella difficoltà -specie nel primo tempo- i ragazzi hanno dato l’anima e sono riusciti ad andare al riposo sullo zero a zero. Sono stati bravi a reggere il Losanna nei primi 45′ e a reagire bene nella ripresa, con il triangolo di centrocampo girato in fase difensiva per far avanzare Bottani a fianco di Gerndt e impedire che i loro centrali potessero iniziare le azioni.  Siamo insomma stati più aggressivi e abbiamo impedito agli avversari di arrivare sotto porta. Alla fine ci siamo neutralizzati. Loro stavano bassi in campo e ci lasciavano la palla dietro perché temevano le nostre ripartenza. Contini ha preparato bene la partita ma nel secondo tempo, alzando il ritmo, e inserendo giocatori freschi come Macek, Covilo e Lungoyi siamo stati più dinamici.”

-Lungoyi e le punte ti sono piaciute?

“Per Gerndt è stato difficile oggi trovare il ritmo anche perché ha avuto pochi palloni giocabili. Nella ripresa volevo cercare di farlo assecondare da Bottani. Ma per gli attaccanti è stata una partita non facile. Cercare di tenere maggiormente palla ci avrebbe aiutati a salire ma specie nel primo tempo non siamo stati capaci di farlo. Si sarebbe dovuto coinvolgere maggiormente Custodio che era spesso libero davanti alla difesa per far uscire uno dei loro centrocampisti e liberare Sabbatini o Lovric. Ma l’abbiamo fatto poche volte, è andata meglio nei secondi 45′ quando abbiamo alzato il baricentro e tenuto maggiormente palla.”

-E di Ardaiz, che anche oggi è andato vicinissimo al gol, che dice?

“Se fosse stato assistito da un pizzico di fortuna nei tre momenti in cui è entrato in campo avrebbe potuto essere a quota tre gol. Credo che si sia mosso bene, il suo tiro stasera è stato deviato sul palo ma il gesto era giusto e al momento giusto. Deve continuare su questa strada e prima o poi il pallone finirà in rete. E’ un attaccante di razza, ha avuto pazienza durante tutta l’andata e ha lavorato sodo, senza mai lamentarsi. Ho visto tanti progressi da quando è arrivato nel gennaio 2020. E’ un altro Ardaiz, era fisicamente a terra, ha lavorato tantissimo, è stato umile e mi auguro che possa restare perché è un ottimo elemento. Non deve porsi il problema del gol, deve andare avanti su questa strada, ha il fiuto e lo si vede nei movimenti, prima o poi farà le sue reti.”

-Cosa chiede il mister al mercato invernale?

“Chiedo poco. Ho un’ottima squadra a disposizione. Ne parlerò con il presidente e valuteremo il girone di andata e cosa può mancarci ancora. Siamo la miglior difensa del campionato assieme all’YB. Dovremo valutare la situazione di Oss che è stato molto infortunato. Ho sentito che potrebbe arrivare un tornante destro per eventualmente poter rimpiazzare Lavanchy in caso di assenza, ben venga. Poi si vedrà la rosa in generale; se si dovrà fare qualcosa il presidente sarà il primo a non tirarsi indietro. Io accetto le decisioni della società. Ho detto anche ai giocatori stasera prima del match che sono soddisfatto di tutto il 2020. E’ stato un anno sportivamente bellissimo, non potevamo aspettarci risultati come quelli che abbiamo ottenuto. Il lavoro con il gruppo è stato sereno, tranquillo, con la massima concentrazione e anche con divertimento: è stato eccezionale con risultati importanti. Vado fiero di questo gruppo. Godiamoci questi dieci giorni di pausa e sono già desideroso di ricominciare gli allenamenti.”

 

Alla conferenza stampa dopo Lugano-Losanna era presente anche Jonathan Sabbatini che ha confermato che “nel primo tempo, come ha detto il mister, abbiamo fatto fatica ad alzare il baricentro. Lo si è fatto nella ripresa dopo che erano state chiarite negli spogliatoio un po’ di cose. In campo è difficile cambiare l’andamento, avevamo l’impressione di correre a vuoto e alla lunga io -che non giocavo da qualche tempo una partita da titolare- ho sentito un po’ le gambe.  I cambi ci hanno dato brillantezza e intensità.”

L’anno scorso, a fine campionato, avevi detto che la squadra ora avrebbe dovuto crescere. Lo ha fatto secondo te che sei il capitano?

“Senz’altro. Vedo una squadra molto matura, Come ha detto prima l’allenatore anche oggi c’è stato carattere, in un altro frangente questa partita l’avremmo persa, invece ci abbiamo provato sino all’ultimo. Il Lugano negli anni scorsi non aveva mai fatto una prima parte di campionato così buona, andavamo  oltre le aspettative nel girone di ritorno. Quest’anno abbiamo fatto un passo in avanti, se nei prossimi sei mesi riusciremo ad avere continuità faremo un campionato più che ottimo.”

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: