Connect with us

Calcio

Lugano fermato sul pari dall’Unterhaching

Equo pareggio nella seconda partita di preparazione dei bianconeri in vista del nuovo campionato. Si è trattato del primo test nel ritiro in alta val Venosta. Avversaria la squadra  bavarese dell’Unterhaching appena promossa nella seconda lega tedesca. La partita è stata disputata sul terreno del centro Sportwell.  Oltre ai giocatori che non partecipano al ritiro (gli infortunati Mahou, Durrer e Morosoli oltre a Saipi, Amoura,  El Wafi e Marques tutti reduci dagli impegni con le proprie nazionali) Mattia Croci-Torti ha tenuto a riposo oggi Celar, Bottani Mai, Belhadj e Osigwe.

DUE LEGNI TEDESCHI

Nel primo tempo la squadra é scesa in campo con il duo Sabbatini-Grgic a centrocampo affiancati dal diciassettenne Maslarov mentre in avanti hanno giostrato i neo-acquisti Vladi e Cimignani con Babic. Il Lugano ha cercato di fare gioco ma è raramente riuscito a penetrare nell’area dei tedeschi. Ci sono stati solo un tiro di Babic che ha impegnato il portiere avversario e una punizione di Grgic che Cimignani non è riuscito a deviare. Sul fronte dell’Unterhaching vanno annotati due legni: un palo al primo minuto e la parte superiore della traversa al  34′.

RIGORE DI STEFFEN

Nel secondo tempo i bianconeri hanno impresso maggior ritmo alle loro azioni anche se i tedeschi non hanno risparmiato le ripartenze ed è stato bravo Berbic in un paio di occasioni a evitare la capitolazione. Sul fronte ticinese vi è stato un intervento sospetto su Espinoza laniato a rete e alla mezzora una buona occasione sul destro di Babic (servito da Aliseda) fallita con tiro alto. Al 66′ Renato Steffen si è conquistato un calcio di rigore (finta in area su un avversario che l’ha atterrato) e l’ha battuto spiazzando il portiere. Nel finale il Lugano avrebbe potuto raddoppiare con un cross di Espinoza non sfruttato dai compagni e con una conclusione di Gimignani a lato. E’ così arrivato il pareggio su una punizione dubbia, con un colpo di testa che ha colpito il montante: il primo a reagire è stato il difensore Ramusovic  che ha battuto l’esordiente  Diego Mina (12 agosto 2005).

LUGANO-UNTERHACHING 1-1 (0-0)

RETI: 66′ Steffen (rigore) 90′ Ramusovic.

LUGANO (primo tempo): Berbic, Arigoni, Hajrizi, Hajdari, Nkama, Sabbatini, Grgic, Maslarov, Babic, Vladi, Cimignani.  

LUGANO (secondo tempo):  Berbic (62′ Mina), Espinoza, De Queiroz, Hajdari, Valenzuela, Bislimi, Macek, Pizzagalli, Steffen, Babic (72′ Cimignani), Aliseda.  

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: