Connect with us

Calcio

Il Lugano strappa un punto al San Gallo

Dopo due vittorie consecutive a Cornaredo il Lugano torna imbattuto anche da oltre Gottardo. Nella difficile sfida di San Gallo i bianconeri dimostrano il solito carattere e, pur se passati in svantaggio dopo pochi minuti, riescono a pareggiare nel secondo tempo e nel finale sfiorano addirittura il colpo grosso. Da notare che quello odierno è il primo pareggio stagionale delle due squadre.

DIFESA INEDITA

Viste le assenze di Daprelà e Ziegler lo staff bianconero ha schierato una difesa inedita con Mai e Hajdari centrali con ai lati Arigoni e Valenzuela. La poca intesa tra i quattro è stata pagata sul gol sangallese. Per il resto della squadra  era lo stessa che ha iniziato le partite contro Servette e Basilea. Il primo tempo ha visto i padroni di casa partire meglio e andare in gol dopo una decina di minuti con una discesa di Schmid (non seguito da nessun difensore) sulla sinistra e con centro che Akolo ha deviato alle spalle di Saipi. Da questo momento il Lugano ha per così dire preso in mano le redini e si è proiettato costantemente nell’area sangallese. C’è stato un gran tiro di Steffen deviato in angolo da Zigi e poi un episodio sospetto in area con atterramento di Mahou ad opera di Sutter sul quale né arbitro né VAR sono intervenuti. Prima della pausa ci sono stati ancora un colpo di testa alto e uno mancato di Arigoni su angolo battuti da Steffen.

RIPRESA ALL’ASSALTO

Nel secondo tempo Sabbatini e compagni hanno controllato l’iniziale forcing locale per poi riprendere le loro manovre in velocità. L’inserimento di Celar, Bottani, Amoura e Haile-Selassie ha dato maggior incisività al complesso. Al 75′ c’è stata una prima occasione per Celar che ha calciato a lato su invito di Selassie. Dieci minuti dopo Bottani ha lanciato lo stesso Halie Selassie che dalla linea di fondo ha messo a ritroso per Celar che dall’altezza del rigore ha battuto Zigi per il meritatissimo pareggio. Da notare che all’88’, dopo un tiro di Haile-Selassie ribattuto dal portiere confederato, la palla è arrivata sui piedi di Macek che non è riuscito però da due passi a insaccarla.

MERCOLEDÌ ARRIVA L’YB

Il punto ottenuto al Kybunpark e l’imbattibilità da tre giornate (con un solo gol subito e 3 realizzati) da ulteriore morale alla squadra che anche senza due pilastri difensivi ha saputo reggere agli assalti dei ragazzi di Zeidler. Il trittico in sei giorni prosegue mercoledì con l’arrivo a Cornaredo (20.30) del capolista Young Boys. Altro test difficile e affascinante.

TABELLINO

RETI: 9′ Akolo, 83′ Celar.

AMMONITI: Görtler, Vallci, Schmid, Arigoni, Saipi, Haile-Selassie

 SPETTATORI: 17’059

LUGANO: Saipi, Arigoni (79′ Macek), Mai, Hajdari, Valenzuela, Sabbatini, Doumbia, Bislimi (58′ Bottani), Steffen (68′ Amoura), Babic (58′ Celar), Mahou (68′ Haile-Selassie). Indisponibili: Daprelà, Facchinetti, Ziegler.

SAN GALLO: Zigi, Sutter, Stillhart, Vallci, Guindo, Görtler, Quintillà, Schmidt. Karlen, Guillemenot, Akolo. 

ARBITRO: Sven Wolfensberger. Assistenti: Pascal Hirzel e Didier Dubrit. Quarto arbitro: Johannes von Mandach.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: