Connect with us

Calcio

La stagione del Chiasso si apre con un pari

da ilmiochiasso.ch

Il Chiasso torna da Bulle dovendosi accontentare di un pareggio in rimonta maturato a seguito di una papera del portiere di casa. Mister Tirapelle, o meglio Cau e il suo staff propongono una difesa a tre con Anelli e Peres ai lati e un inedito Morganella centrale. Sugli esterni bassi a commutare la difesa a cinque ci sono Stefanovic e, dopo un anno di assenza, il chiassese Matteo Martorana. Centrocampo folto con il debuttante Mattei, capitan Gentile, Said e Ambassa dietro all’unica (evanescente) punta Nivokazi. La partita non offre un grande spettacolo fino al 20esimo minuto quando i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio sventato dalla coppia Mitrovic-Morganella. Da lì in poi la gara si accende e pur senza troppe idee il Chiasso cresce alla mezz’ora di gioco, grazie ad un invenzione di Said ottimamente servito da Gentile, sfiora il gol dello 0-1. Sul conseguente calcio d’angolo è ancora l’estremo romando ad opporsi su un ottimo colpo di testa di Anelli. I rossoblu mostrano superiorità nel palleggio mentre i romandi la mettono sul fisico; poi al 42′ Ropraz  si esalta dicendo di no a Stefanovic. È il preludio al gol che complice un esitazione dell’estremo difensore premia la caparbietà di Martorana che trova il primo gol stagionale e porta in vantaggio i suoi. La festa dura però pochi minuti perchè quando sembra che si possa andare alla pausa con il vantaggio in tasca un’amnesia generale di tutta la retroguardia chiassese permette a Golliard di pareggiare i conti. Nella ripresa i padroni di casa escono dagli spogliatoi con più coraggio mentre il Chiasso va più volte in confusione. Al 53′ Mitrovic è abile in uscita ad anticipare Asani mentre tre minuti più tardi sono i rossoblu a recriminare per un rigore dubbio non concesso. La partita la fa ora il Bulle che al 64′ va vicino al gol con il solito Golliard che con un tiro a giro alla Insigne non trova la rete per questione di centimetri. La clamorosa palla gol è tuttavia quella che arriva sulla testa di Maurin che, entrato in campo da un minuto, spaedisce clamorosamente a lato. Gol sbagliato, gol subito. Galliard vero trascinatore dei biancorossi, sfrutta i movimenti sbagliati di una difesa in palese difficoltà e mette alle spalle dell’incolpevole Mitrovic il gol del 2-1 facendo esplodere di gioia i 900 tifosi accorsi allo stadio. I limiti dei padroni di casa sono tuttavia evidenti e si concretizzano con il pareggio casuale di Ambassa che mette in mezzo un pallone innocuo che Ropraz si fa goffamente sfuggire di mano. Prima del fischio finale stupidata di Morganella che rimedia nei minuti di recupero un inutile cartellino rosso per una spinta stupida e inutile rifilata a Dangubic. Finisce con un giusto pareggio una partita giocata ad un livello infimo con un Chiasso che nel primo tempo ha mostrato di avere qualche numero ma che di fatto ha palesato una coesione di squadra totalmente assente con i giocatori che giocano unicamente per se stessi. Un Chiasso fin troppo nervoso ad immagine e somiglianza delle ammonizioni collezionate per proteste da Anelli e Perissinotto e l’espulsione di Morganella per condotta antisportiva. Se Ninni Corda e tutto il suo entourage pensavano di arrivare in Svizzera e passeggiare nei prati fioriti.. da questa sera (magari) capiranno che qui nessuno, nemmeno una squadra neopromossa, regala nulla e che per vincere il campionato, come dichiarato da lui stesso, bisogna iniziare a lavorare seriamente e su tutti i fronti.

Reti: 37′ Martorana, 43′ Golliard, 75′ Golliard, 79′ Ambassa.

FC Bulle: Ropraz; Paulos (83′ Delley), Desportes, Ozcan, Afonso (C); Golliard, Morard (67′ Wenzi), Bürgisser, Deschenaux; Asani (59′ Dangubic), Azemi (83′ Bersier).

FC Chiasso: Mitrovic; Stefanovic, Anelli, Morganella, Peres, Martorana (54′ Ronchetti);  Mattei (84′ Neelakandan), Said (69′ Perissinotto), Gentile (C), Ambassa; Nivokazi (68′ Maurin).

Note: Stade de Bouleyres, Bulle. 909 spettatori. Terreno in buone condizioni. 

Ammoniti: 16′ Asani, 35’ Martorana, 48′ Said, 59′ Desportes, 66′ Anelli, 70′ Perissinotto.

Al 94′ espulso Morganella per atteggiamento aggressivo.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: