Connect with us

Calcio

Lugano sconfitto dalla capolista

È l’anno dello Zurigo non ci sono più dubbi. Lo ha confermato la partita con il Lugano. E’ vero che in casa i ragazzi del presidente Canepa non perdono dallo scorso campionato (21 aprile per la precisione) e che in campionato sono imbattuti da 13 partite, compresa quella con il Lugano. Ma domenica pomeriggio avrebbero potuto concedere almeno un punto ai bianconeri. E invece è finita con una netta (nel punteggio) vittoria nonostante la squadra di Croci-Torti sull’1-0 abbia avuto una grande occasione con Bottani e addirittura un rigore a favore che Brecher ha parato a Ziegler.

Rispetto alla vittoriosa partita di Coppa a Thun mister Croci-Torti ha effettuato alcuni cambiamenti. In retrovia -sempre infortunato Maric-  è rientrato Hajrizi, assente per squalifica giovedì; sulla fascia destra è stato schierato Rüegg e a sinistra Facchinetti. In avanti a far coppia con Bottani è stato scelto l’argentino Aliseda.

Il primo tempo ha visto il vantaggio zurighese con Marchesano, tenuto in gioco da Rüegg sul secondo palo, dopo una punizione di Guerrero. In seguito lo Zurigo ha adottato la solita tattica molto pragmatica con una difesa bene organizzata e la squadra dietro la linea del pallone. Sono stati quindi i bianconeri a poter far gioco e prima della pausa si sono costruiti la migliore occasione con un lancio di Custodio in area sul quale Bottani non è arrivato per pochi centrimetri. Due minuti dopo è toccato ad Aliseda avere un buon pallone ma il portiere Brecher ha anticipato l’ex Chicago Fire.

Nella ripresa è rimasto negli spogliatoi Bottani, acciaccato. I ticinesi hanno comunque attaccato a oltranza e al 52′, grazie all’intervento del VAR, l’arbitro Cibelli ha concesso un penalty al Lugano per un doppio fallo in area (su Custodio e Hajiriz) in occasione di un corner. Reto Ziegler ha calciato alla destra del portiere ma quest’ultimo ha respinto. E’ stato l’episodio decisivo della giornata. Una decina di minuti dopo Gnonto, appena subentrato, ha sorpreso tutti con un tiro dal limite e ha chiuso il match. Non sono passati nemmeno due minuti che, in contropiede, il solito Ceesay ha evitato anche Saipi insaccando il terzo punto. Nel finale c’è persino stata una traversa di Kryeziu dopo calcio di punizione.

RETI: 12′ Marchesano, 64′ Gnonto, 66′ Ceesay.

AMMONITI: Sabbatini, Aliti, Daprelà.

LUGANO: Saipi, Rüegg, Hajrizi (58′ Lavanchy), Daprelà, Ziegler, Facchinetti (58′ Yuri), Custodio (68′ Muci), Sabbatini, Lovric, Bottani (46′ Celar), Aliseda (58′ Haile-Selassie). Indisponibili: Amoura, Maric, Belhadj, Guidotti.

ZURIGO: Brecher, Omeragic, Kryeziu, Aliti, Boranijasevic, Doumbia, Marchesano, Guerrero, Tosin (58′ Tosin), Ceesay. Indisponibili: Leitner e Srdic.

ARBITRO: Luca Cibelli. Assistenti: Vital Jobin e Sladan Josipovic. Quarto arbitro: Tobias Thies.

Foto  – © Wikipedia.org

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: