Connect with us

Calcio

Croci-Torti: “Sconfitta immeritata dopo una buona prova”

C’è grande delusione nello spogliatoio bianconero al termine del match di Berna. Per la seconda volta consecutiva il Lugano esce sconfitto di misura dal Wankdorf quando avrebbe tranquillamente meritato il pareggio. Oggi i ragazzi di Croci-Torti hanno tenuto in scacco ancora più dell’altra volta Lustenberger e compagni. Basti dire che -gol a parte- sono stati proprio Bottani e compagni a mostrare le cose migliori, mentre Saipi ha dovuto sbrigare solo lavoro di ordinaria amministrazione.

Il tecnico Mattia Croci-Torti (Freshfocus) davanti ai taccuini dei giornalisti spiega che “per vincere o pareggiare al Wankdorf bisogna disputare una partita perfetta e noi anche oggi abbiamo commesso un errore decisivo. Sulejmani, con la sua classe, ci ha colpito anche  stavolta, peccato perché avevamo disputato una prova eccellente sul piano difensivo concedendo al miglior attacco del campionato due soli tiri. Ci proveremo la prossima volta”.

A chi gli fa notare che il Lugano, pur incompleto, è apparso  molto diverso da quello sconfitto 5-0 a Cornaredo, il tecnico risponde che “quella è stata l’unica prestazione sottotono dei miei ragazzi. Noi siamo sempre bravi a lottare e a essere sul pezzo contro qualunque avversario. Sottolineo che qui, solo nel primo tempo, abbiamo recuperato 12 palloni, fossimo stati più precisi nelle ripartenza gli avremmo fatto  molto male. Sono contento dell’attitudine della squadra e che i giovani abbiano seguito bene le indicazioni. Molti ci davano per spacciati alla vigilia viste le assenze ma io sapevo che chi sarebbe sceso in campo non avrebbe deluso. Anche i nuovi Selassie e Durrer, le cui qualtà conosco perché li vedo quotidianamente in allenamento, hanno fornito un buon contributo. Sono soddisfatto della prestazione ma non contento del risultato. Adesso da martedì ci rimettiamo fortemente al lavoro per preparare la sfida con il Lucerna che vogliamo vincere”.

Anche  Numa Lavanchy è sulla stessa lunghezza d’onda. “Non possiamo essere contenti, meritavamo almeno un punto tanto abbiamo lavorato bene. E’ la seconda volta consecutiva che qui a Berna giochiamo bene ma ce ne andiamo a mani vuote. Il gol subìto assomiglia a quello preso in dicembre, non è possibile incassare una rete simile, tutta la squadra deve essere maggiormente concentrata in quei momenti: oggi il pareggio era largamente alla nostra portata.” 

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: