Connect with us

Basket

Le SAV Vacallo si ferma in semifinale di Coppa Ticino

Niente da fare per gli uomini di coach Michele Sera, che nell’avvincente semifinale di Coppa Ticino si sono visti portare via il biglietto per la finale dai Falcons del Franklin College, uscendo sconfitti per 73-65 dopo un tempo supplementare.

Franklin College: 73
SAV Vacallo: 65

Hanno giocato:
Ballabio A. 6, Ulmini, Falchetti 12, Erba 17, Summerer 2, Ballabio C., Bianchini 12, Mauri 8, Buta 8, Radenkovic, Maira, Zekaj.

La sconfitta brucia. E perdere ad un solo passo dalla finale brucia ancora di più. Purtroppo, però, e nonostante i 5 minuti di gioco supplementari, i ragazzi di coach Michele Sera e Claudio Malinverno non sono riusciti a conquistarsi il tanto agognato posto per soli 8 punti.

Elemento positivo è stato certamente il poter affrontare facce nuove. Per la prima volta i gialloverdi incontravano i Falcons del Franklin College, un gruppo di giovani studenti che grazie al loro seguito hanno animato la partita e portato un po’ di quelle American vibes nella realtà del basket ticinese.

E sono stati proprio gli americani ad aver fatto una grande partita. Dal canto suo, la SAV è partita bene, sprecando però qualche pallone di troppo tra passaggi, palleggi nella mischia della difesa a zona e prendendo dei tiri – delle volte anche buoni – che non sempre sono entrati.

I padroni di casa sono rimasti inizialmente indietro nel punteggio, ma hanno poi attuato il sorpasso che ha portato la partita ad essere punto a punto, ma con la SAV sempre in leggero svantaggio. Uno sprint finale e qualche contropiede hanno portato i vacallesi ad essere sotto di due punti a pochi secondi dalla fine, e grazie ad un rimbalzo del giovane Kenny Buta, sono così riusciti a segnare il canestro del pareggio, portando la partita ai supplementari.

Una volta scesi in campo per i 5 minuti aggiuntivi, però, Vacallo si è ritrovato senza energie, fisiche e mentali, che l’ha portato a commettere qualche errore di troppo, concedendo così ai ragazzi del Franklin numerose occasioni per attuare quel break che si è poi rivelato decisivo. L’alley hoop dei padroni di casa – che ha regalato momenti di puro spettacolo per il pubblico presente – ha spezzato gambe, morale e fiato ai momò, che si sono ritrovati a dover concedere la vittoria per 73-65 ai Falcons.

“Un gran peccato” ha raccontato coach Michele Sera. “Dovevamo gestire meglio l’avvio dei supplementari. Il loro rientro difensivo ci ha proprio preso in contropiede, e quello è stato l’elemento fatale che ha sancito il break. Adesso abbiamo un mese di stop, ci riproviamo quindi il 20 dicembre con la nostra prossima apparizione in campionato”.

Prossimo incontro lunedì 20 dicembre a Breganzona contro il Lugano Senior. Palla a due alle 20.30.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: