Connect with us

Formula 1

F1, il GP di Turchia torna nel calendario 2021 al posto di Singapore

Il Gran Premio di Turchia torna nel calendario del Mondiale F1 2021. L’Istanbul Park, originariamente scelto per rimpiazzare l’appuntamento di Montreal (Canada), entra nei piani della massima formula al posto del GP di Singapore che per il secondo anno consecutivo non si svolgerà.

L’ingresso del round turco riporta a 23 le gare in programma. Il ‘Circus’ si sposterà in quel di Istanbul nel fine settimana del 3 ottobre e si inserirà tra la trasferta di Sochi (Russia) e la prova giapponese di Suzuka. Quest’ultima resiste al momento nei piani della F1, ma rischia di lasciare a breve la propria collocazione nel calendario 2021.

Dopo le discussioni con altri promotori, siamo fiduciosi che saremo in grado di viaggiare secondo i nostri rigidi protocolli di sicurezza – spiega Formula 1 in una nota -. La comunità della Formula 1 continuerà a viaggiare in questa stagione con rigorose misure. Finora abbiamo condotto oltre 44.000 test con 27 casi positivi con un tasso dello 0,06%, la maggior parte dei quali nella prima parte della stagione. Inoltre, una parte significativa della comunità di F1 è già stata vaccinata e siamo fiduciosi che tutti lo faranno o avranno l’opportunità di farlo entro la fine dell’estate. Continueremo ad operare in un modo da proteggere la sicurezza del nostro personale e delle comunità che visitiamo“.

Grande soddisfazione anche di Stefano Domenicali, presidente e ceo di Formula 1, nel poter “tornare in Turchia al circuito Intercity Istanbul Park. Speriamo di vedere un’altra fantastica gara in una delle migliori piste al mondo. Vogliamo ringraziare la direzione dell’Intercity Istanbul Park e Vural Ak per i suoi sforzi personali per realizzare questo evento. Abbiamo dimostrato che possiamo continuare ad adattarci e c’è un enorme interesse per il nostro sport e la speranza espressa da molte località di avere un Gran Premio. Abbiamo avuto ottimi dialoghi con tutti gli altri promotori dall’inizio dell’anno e continueremo a lavorare a stretto contatto con loro“.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: