Connect with us

Calcio

Italia-Svizzera: una classica del calcio europeo

Questa sera, allo Stadio Olimpico di Roma, la Nazionale svizzera di Vladimir Petkovic si giocherà una fetta di qualificazione agli ottavi di finale di Euro 2020. Ad attenderla, ci sarà l’Italia di Roberto Mancini, ormai imbattuta da 28 partite (23 vittorie e 5 pareggi il bilancio) e a sole 3 partite dal primato tuttora detenuto dal leggendario ed ex giocatore del Grasshopper, Vittorio Pozzo che, oltre alla conquista di due titoli mondiali (1934 e 1938 ed uno olimpico (Berlino 1938), rimase imbattuto con la sua squadra dal 24 novembre 1935 al 20 luglio 1939.

Contro un avversario che non subisce gol da ben 875 minuti (poco meno di 10 partite), reduce dalla convincente prestazione fornita contro la Turchia, i rossocrociati sono a caccia di punti importanti per la qualificazione agli ottavi di finale.

Probabile formazione Italia
Secondo la “Gazzetta dello Sport” odierna, Mancini confermerà in blocco la formazione vittoriosa all’esordio contro i turchi. Partendo da un asse centrale difensivo di provata esperienza (Bonucci-Chiellini) supportato sulle rispettive fasce da Florenzi, sempre pronto a bilanciare le scorribande offensive di Spinazzola, la squadra di Mancini può permettersi di esercitare una costante pressione alta. Questo, grazie alla vivacità centrale del metronomo Jorginho, confortata dall’estro del polivalente Locatelli sulla sinistra e dalla grande forza d’urto di Barella sulla destra. E a beneficiare di questa spinta continua, è sicuramente il forte tridente d’attacco, che ha in Berardi, Immobile ed Insigne, autori di 17. 20, rispettivamente 19 gol nell’ultimo campionato di Serie A, tre eccellenti interpreti. Il CT italiano può contare anche su due attaccanti della stazza e dell’affidabilità di Belotti e Chiesa, nonché della freschezza e dell’esplosività del 21enne punta del Sassuolo, Raspadori.

Mancini-Petkovic, dagli splendori laziali alla sfida dell’Euro 2020
Domani sera, in uno Stadio Olimpico che potrà ospitare 16.000 spettatori (previsti 4.000 provenienti dalla Svizzera), si giocherà una sfida nella sfida. Infatti, sia Petkovic sia Mancini hanno diretto la Lazio, aggiudicandosi entrambi una Coppa Italia. Mancini, che con i biancocelesti aveva conquistato lo Scudetto da giocatore nella stagione 1999/2000, si aggiudicò il trofeo nel 2004, mentre Petkovic trionfò nel 2013, battendo in finale i rivali cittadini della Roma. Successo prestigioso, che gli permise di spiccare il volo alla testa della Nazionale svizzera l’anno seguente.

All’Olimpico arbitrerà il russo Sergej Karasjov: nel 2016 diresse Svizzera-Romania
A dirigere l’attesissima partita dell’Olimpico, sarà il 42.enne direttore di gara russo, Sergej Karasjov, coadiuvato dai connazionali Igor Demeshko e Maksim Gavrilin, mentre il quarto uomo sarà l’inglese Michael Oliver. Karasjov, che nella sua carriera ha già diretto due partite delle fasi finali europee ed una dell’ultima Coppa del mondo, nonché 24 gare di Champions League, all’EURO 2016 arbitrò la partita tra i rossocrociati e la Romania, chiusasi sull’1-1.

► Classifica gruppo A 

(nella foto: Vladimir Petkovic – © Wikipedia.org)

(Roberto Quadri / ASF)

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: