Connect with us

Calcio

Alla scoperta del Galles, la prima avversaria della Svizzera a Euro2020

Il Galles sarà l’avversario della Svizzera nella prima partita dell’UEFA EURO 2020. Ha raggiunto al suo debutto ad un Europeo un exploit che la Svizzera ambisce da anni. La semifinalista del 2016 inizia il torneo senza il suo allenatore Ryan Giggs.

L’8 luglio 2016, circa 30.000 tifosi in festa avevano accolto i propri beniamini al Cardiff Stadium al termine dell’Europeo disputato in Francia. La squadra del carismatico allenatore Chris Coleman finì la fase a gironi come vincitrice del gruppo nonostante la sconfitta per 2-1 contro l’Inghilterra e, dopo aver battuto l’Irlanda del Nord per 1-0, riuscì a superare l’ostacolo Belgio nei quarti di finale vincendo 3-1. Solo i campioni d’Europa in carica, il Portogallo di Cristiano Ronaldo, riuscirono a fermare il Galles, che prima di quell’occasione aveva partecipato solo una volta ad un grande torneo. Ai Mondiali 1958 in Svezia tuttavia la loro avventura finì ai quarti di finale contro il Brasile, poi laureatosi Campione del Mondo.

Negli anni seguenti il paese, con una popolazione di poco più di tre milioni di abitanti nel sud-ovest della Gran Bretagna, ha anche regalato al calcio una serie di giocatori eccezionali. L’ex icona del Liverpool Ian Rush ha giocato per il Galles, così come il portiere Neville Southall, Mark Hughes e Ryan Giggs. Tuttavia, l’attuale allenatore nazionale sarà assente all’Europeo: Giggs è stato accusato per aggressione nel mese di aprile dopo essere stato arrestato e rilasciato su cauzione nel mese di novembre a seguito di un’accusa di violenza domestica contro la sua ex fidanzata e sua sorella.

L’ex stella del Manchester United viene sostituito da Robert Page, che ha allenato la squadra negli ultimi due ritiri. Il 47enne è anche lui un ex giocatore della nazionale gallese. Dopo aver allenato nelle giovanili della Federcalcio gallese è stato promosso ad inizio della campagna verso l’Europeo nello staff della nazionale maggiore. In caso di bisogno, può rivolgersi a Giggs in qualsiasi momento, ha detto Page. “Ma le decisioni saranno prese da me e dal mio team di allenatori”.

Superstar Bale
La stella della squadra gallese è ancora Gareth Bale, anche se l’ala ha avuto una stagione difficile. Scartato dal Real Madrid lo scorso autunno e in prestito al Tottenham, il 31enne ha trovato la sua forma soltanto verso la fine della stagione. Nelle sue ultime sette partite di Premier League, Bale ha segnato sei gol. Il capitano ha anche il record di gol del suo paese con 33 reti messe a segno.

“Per ogni giocatore che si unisce alla squadra, lui è un’ispirazione”, ha detto una volta Coleman parlando di Bale. “È una di quelle persone che non ti delude mai”. Bale, che ha vinto la Champions League quattro volte con il Real Madrid, è uno degli otto giocatori che hanno vissuto l’esperienza nel 2016 in Francia. Tra di loro figurano anche Aaron Ramsey (Juventus), Joe Allen (Stoke City), Ben Davies (Tottenham), Chris Gunter (giocatore con maggior numero di presenze in nazionale), Jonny Williams e i portieri Wayne Hennessey e Danny Ward.

Molti punti interrogativi
Come Bale, molti dei veterani del gruppo hanno vissuto dei mesi difficili. Ramsey ha giocato solo tre di 21 partite internazionali dal 2019 ad oggi. Allen e Davies sono stati infortunati di recente, ma dovrebbero essere di nuovo a disposizione contro la Svizzera. E né Hennessey (Crystal Palace) né Ward (Leicester City) sono stati di recente titolari nei loro rispettivi club. Page farà a meno di Kal Robson-Kanu, marcatore nella vittoria sul Belgio, Tyler Roberts e Rabbi Matondo, tutti non convocati per l’Europeo. I tre hanno violato il coprifuoco alla fine di marzo, quando il Galles ha iniziato la campagna di qualificazione verso il Mondiale con una sconfitta contro il Belgio e una vittoria sulla Repubblica Ceca.

(ASF)

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: