Connect with us

Calcio

Champions League: il Porto elimina la Juve dopo i tempi supplementari. Passa anche il Borussia Dortmund

Arrivano i primi due verdetti definitivi dagli ottavi di finale di Champions League: passano ai quarti Borussia Dortmund e Porto. A trascinare i tedeschi è ancora una volta Erling Haaland, che affonda il Siviglia con una doppietta: le sue reti arrivano al 35′ e al 54′, quest’ultima su calcio di rigore. I gol di En-Nesyri, al 68′ sempre da penalty e al 6′ minuto di recupero, non bastano a ribaltare il 2-3 della gara d’andata. Servono invece i tempi supplementari per decretare la vincente tra Juventus e Porto. Si mette subito male per i bianconeri che, dopo la sconfitta per 2-1 dell’andata, vanno sotto grazie ad un rigore causato da Demiral e trasformato da Sergio Oliveira. Gli uomini di Pirlo, però, non si arrendono, e vanno in rete con Federico Chiesa. Con il Porto in inferiorità numerica per espulsione di Taremi al 54′, è ancora l’ex Fiorentina a segnare, riportando il computo dei 180′ minuti in perfetta parità. Il forcing della Juve non produce la rete della qualificazione, così si va ai supplementari: al 115′ è ancora Sergio Oliveira a beffare Szczesny con una punizione sotto la barriera. 2 minuti dopo l’orgoglio della Juve viene fuori con Rabiot, che la porta sul 3-2, ma non basta: la differenza reti condanna i bianconeri che escono dalla competizione.

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: