Connect with us

Basket

La SAM Massagno vince anche il secondo derby

Finisce 74 – 81 per la Spinelli grazie a 32 punti di Dusan Mladjan

Come ogni derby non c’è niente di scontato e anche questa sera malgrado i favori del pronostico la SAM ha dovuto faticare parecchio per avere la meglio di un Lugano coriaceo e mai domo. Ambedue le squadre si sono presentate in campo privi di diversi infortunati; Lugano senza il tiratore Steinmann e all’ultimo minuto dell’ex Jules Aw mentre Massagno priva di Marko Mladjan, Uros Slokar, Randon Grueninger ma con l’innesto di Isaiah Williams.

 

Il primo tempo inizia con un certo equilibrio fino al 15 – 15 poi il Top Scorer piazza un 1-2-3 triple in serie che permette di allungare a 17 – 24. Risponde il centro Nikolic e Stevanovic e si chiude al 10° sul 22 – 27 Spinelli. Si riparte con una SAM imprecisa mentre i Tigers ritrovano fiducia e soprattutto con il trio Louissant – Nikolic – Stevanovic rientrano sul 32 – 32 e poi piazzano un ulteriore 9-0 che li catapulta sul 41 – 32. Coach Gubitosa è costretto a chiamare un time out e rimettere in campo il Top Scorer che subisce subito un fallo su tiro da tre che lo manda in lunetta per un 3/3 e nell’azione d’attacco seguente ne mette una da tre che riporta la SAM in scia dei Tigers. Alla pausa 48 – 44 Tigers con i massagnesi poco aggressivi in difesa e, ad eccetto di Dusan Mladjan, molto imprecisi in attacco.

 

Al rientro Coach Gubitosa decide di fare qualche modifica soprattutto in difesa e la squadra reagisce bene concedendo molto meno all’attacco luganese. Al 25′ il neo arrivato Williams impatta con una tripla sul 52 – 52. Si procede con equilibrio ancora per qualche minuto poi è ancora il Top Scorer a dare l’allungo decisivo che ci porta al 30° avanti di 6; 60 – 66. Si riparte per gli ultimi 10 minuti dove i Tigers ricuciono con due canestri di Jackson ma vengono rigettati con un contro 8-0 sempre targato TS. La difesa mantiene alta la concentrazione e impedisce facili canestri a Lugano che alla fine deve soccombere per 74 – 81. Una partita come detto all’inizio difficile e mai scontata ma grazie alla serata di grazia del Top Scorer e ad una difesa più concentrata negli ultimi 20 minuti ci ha permesso di portare in collina 2 punti e mantenere il secondo posto in solitario.

 

Ora salutare pausa di 10 giorni ad eccezione dei fratelli Mladjan che saranno impegnati con la Nazionale contro la Finlandia (partita decisiva per l’accesso agli Europei) e la Serbia.

Il tabellino:

Top Scorer D. Mladjan: 32 pti; 7/13 da tre e 5/6 ai liberi. Match Winner

Westher Molteni: 16 punti; 40 minuti in campo a sportellare sotto canestro con 11 rimbalzi

Paschal Chukwu: 8 punti; non in giornata e quindi spesso in panchina

Eric Nottage: 11 punti e 10 assist; meno brillante del solito.

Daniel Andjelkovic: non ha segnato e poco incisivo rispetto alle partite precedenti

Isaiah Williams: 12 punti, preciso da sotto 4/5 meno da tre 1/6 ma solido in difesa

Alex Martino: 2 punti e anch’esso non in giornata.

Oliver Huttenmoser e Ben Richardson 0 punti in 4 minuti di gioco

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: