Connect with us

inline hockey

La festa dell’inline hockey è a Capolago!

Domenica 26 giugno alle 14.00 sulla pista di Capolago scatta il quarto di finale di Coppa Svizzera di inline hockey tra Capolago Flyers e Rossemaison. Un evento imperdibile nella fantastica cornice di festa organizzata dalla famiglia dei Flyers con griglia, cucina e buvette fornitissime. Sulla carta la partita è il classico Davide contro Golia, con i Flyers, attualmente a metà classifica di prima lega e i plurititolati giurassiani del Rossemaison, che da oltre un decennio vincono quasi tutto. C’è naturalmente una forma di timore reverenziale, ma è solo grazie a molta determinazione e abnegazione, che il Capolago Flyers si è guadagnato l’accesso ai quarti di finale sconfiggendo per 8 a 7 il Bienne 90, altra squadra di LNA, in un ottavo di finale al cardiopalmo. Allora, perché non sognare in grande? Con la sfida che si avvicina abbiamo incontrato l’allenatore della prima squadra e nuovo membro della famiglia dei Flyers, Bobo Bernasconi, la cui trentennale esperienza alla transenna di svariate squadre di LNA ha contribuito al piccolo miracolo Capolago. Alla domanda se si sente ben accolto risponde senza indugio. “Mi trovo molto bene nella famiglia dei Flyers.” Soddisfatto anche della stagione? “Non al 100%. Siamo partiti bene, ma poi ci siamo persi un po’. Con una squadra al completo avremmo potuto fare meglio”. Cosa si può fare per migliorare? “Dare una svolta molto decisa alla squadra, in quanto non abbiamo ancora la mentalità che voglio io, ma per questo ci vuole tempo”. Nuove leve ne abbiamo? “Sto collaborando in maniera perfetta con gli juniores di Walter Hürschler e ti posso dire che se continuano così avremo un buon potenziale l’anno prossimo, molto giovane ma molto stimolante.”
E la partita di domenica come la vedi? “Loro sono fortissimi, ma noi non abbiamo nulla da perdere. Giocheremo la nostra partita, tentando di limitare i danni e creare la sorpresa. Tutti i miei giocatori sono motivati ed entusiasti!”
Il Rossemaison, come vive l’avvicinarsi di questa sfida? Lo abbiamo chiesto a Joël Vuillemier, il plurititolato portiere dei giurassiani, che conta al suo attivo 8 titoli di campione Svizzero, 5 coppe Svizzere, 5 campionati Europei con la nazionale e 8 riconoscenze quale miglior portiere d’Europa. “Mi preparo seriamente per ogni partita, soprattutto per queste che sono ad eliminazione diretta”. E il Capolago come lo vedi? “Giocano in prima lega, è vero, ma se sono arrivati fino ai quarti di finale ci sarà un motivo!” Vedi dei possibili pericoli? “Non possiamo correre il rischio di sottovalutarli, per cui giocheremo al 100% sin dall’inizio, perché la coppa Svizzera rappresenta uno dei nostri obiettivi stagionali”. L’appuntamento è questa domenica alle 14.00 alla pista di Capolago di fronte a lido di Capolago tutti pronti a sostenere i Flyers!

Cugino dell’hockey su ghiaccio, l’inline hockey si distingue per i pattini a rotelle, una pallina rossa in plastica dura e le piste sovente catramate di 40×20 metri, dunque più piccole di quelle da ghiaccio. È uno sport completo, sia dal punto di vista fisico che mentale, che non essendo professionistico, risulta meno stressante e carico di impegni per chi lo pratica, regalando tuttavia emozioni identiche all’hockey invernale. Una passione che stimola svariate capacità, da quelle fisiche, come la coordinazione, l’equilibrio, la velocità e la resistenza, a quelle psichiche, come la concentrazione, la forza di volontà, il senso tattico e l’intelligenza di gioco, senza dimenticare le qualità psicosociali, come l’empatia, la tolleranza, che si sviluppano con lo stare insieme ed il confrontarsi con altre persone.
Siete curiosi di provare o pensate che possa essere lo sport giusto per vostra/o figlia/o? Gli allenatori certificati Gioventù e Sport della società del Capolago Flyers vi accolgono a braccia aperte alla pista di Capolago di fronte al Lido e mettono a disposizione gratuitamente tutto il materiale di prova. Per maggiori informazioni: Michele Fontana, 078 623 59 80, info@capolagoflyers.ch, http://www.capolagoflyers.ch.

Fondata nel 1985, il Capolago Flyers è la prima società ufficiale in Ticino ai tempi presieduta dal compianto Edy Cattaneo. Nella sua storia si è tolta molte soddisfazioni, tra cui il titolo di campione Svizzero nel 1986/87 nella categoria uomini e ben 3 titoli nazionali conquistati tra il 2007 e il 2010 in campo femminile. Sono diversi i giocatori che in gioventù hanno calcato l’asfalto di Capolago prima di farsi un nome nel mondo dell’hockey su ghiaccio: Mattia Bianchi (ex HCL e HCAP), Raffaele Sannitz (HCL), Luca Fazzini (HCL) ed Elvis Merzlikins (Columbus Blue Jackets, NHL) per citarne solo alcuni.
Negli ultimi anni sotto la guida del presidente Mattia Pedetti i Flyers hanno puntato tutto sulla formazione e sono riusciti a ricostruire un settore giovanile sano e completo con una squadra per ogni categoria. Nel frattempo la prima squadra è salita in prima lega e si è rinforzata parecchio con l’obiettivo di volare il più in alto possiible.

Qualche cifra:
120 tesserati tra giocatori e membri attivi
6 squadre iscritte al campionato: kids (6-9 anni), mini (10-12), novizi (13-15), juniores (16-18), attivi (1a lega) e seniores.

Comitato 2022
Mattia Pedetti (presidente)
Fabio Braga (vicepresidente)
Jenifer Ayer (finanze)
Marco Larghi (resp.tecnico)
Paolo Felappi (infrastrutture)
Michele Fontana (settore giovanile)
Enzo Bernasconi (social media)

Simon Majek

Click to comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: